1° GIORNO

VISITA GUIDATA PARCO DEI MOSTRI DI BOMARZO

Immerso in una suggestiva cornice naturale è stato ideato dall’architetto Pirro Ligorio su commissione del Principe Pier Francesco Orsini, “sol per sfogare il core” distrutto per la morte della moglie Giulia Farnese. Il Parco è un capolavoro che dura nel tempo, caratterizzato da sculture scolpite in grossi blocchi di pietra risalenti al XVI secolo che la fantasia popolare ribattezzò come Parco dei Mostri.

SISTEMAZIONE E PERNOTTAMENTO IN HOTEL
CENA NEL RISTORANTE DELLA STRUTTURA
MENU’ 3 PORTATE – BEV INCL

2° GIORNO

VISITA GUIDATA DI BOLSENA

Bolsena, un caratteristico paese che si affaccia sul lago, le cui origini risalgono al III sec. a.C.
Posta sul pendio della cinta craterica dei Monti Volsini, Bolsena è posizionata lungo la sponda nord-orientale del lago omonimo, che rappresenta il lago di origine vulcanica più grande d’Europa, a 350 metri sul livello del mare. Visita guidata alla scoperta di questo borgo medievale in cui è possibile ammirare i centri abitati ricchi di storia e tradizioni.

PRANZO LIBERO

VISITA GUIDATA AL PRESEPE VIVENTE CIVITA DI BAGNOREGIO

Al termine del pranzo spostamento per la visita di Civita di Bagnoregio
Visita guidata di questo suggestivo borgo che  per secoli è stato chiamato dai poeti “La città che muore” per via dei lenti franamenti delle pareti di tufo del “cucuzzolo” sul quale poggia. La cittadina, oggi immersa nella favolosa cornice dei calanchi, custodisce gelosamente, come uno scrigno, culture, tradizioni secolari e magici scorci di un antico panorama.
Teatro di accadimenti religiosi, si racconta che San Francesco d?Assisi guarì con un miracolo il piccolo Giovanni Fidanza (S. Bonaventura) all?interno di una grotta, da cui successivamente prese il suo nome.

NEL POMERIGGIO, NEL CUORE DEL BORGO, IL PRESEPE VIVENTE

L’antico borgo offre un’ambientazione unica che riproduce un paesaggio non comune dove le lancette del tempo sembrano essersi fermate: un ponte percorribile solo a piedi è l’unica via d’accesso, né macchine né moto possono arrivare al paese e soltanto fino a qualche anno fa ogni sorta di materiale veniva trasportato a dorso di mulo. L’atmosfera che si respira è del tutto simile a quella che San Francesco, circa otto secoli fa, ha voluto riprodurre per la prima volta e che ancora oggi rappresenta la tradizione delle famiglie cristiane di tutto il mondo: il Natale con il suo Presepe. Un gruppo di commercianti di spezie e stoffe introduce i visitatori in un ambiente simile ad un souk medio-orientale, il censore, all’interno di un insediamento militare di soldati romani a piedi e a cavallo registra la popolazione dell’epoca, pastori con greggi di pecore, falegnami, funari, fabbri, fornai, tessitrici e scalpellini formano il particolarissimo arredo di un paese che trasporta idealmente i visitatori in quel villaggio che oltre 2000 anni fa diede i natali a Gesù Bambino e che porta ancora oggi il nome di Betlemme. Nella piazza centrale di Civita si trovano i tradizionali personaggi del Presepe tutti raccolti intorno alla capanna dove hanno trovato posto la Sacra Famiglia il bue e l’asinello, poco lontano ci sono i Re Magi con loro i preziosi carichi d’oro, argento e mirra da portare al cospetto del Figlio di Dio. L’alternarsi di fuochi e fiaccole rende ogni scena particolarmente suggestiva esaltando colori, materiali, costumi e oggetti di un mondo fatto di luci e di ombre che non siamo più abituati a vedere e che possiamo ritrovare negli stupendi scorci del vecchio borgo di Civita. Una sorprendente illuminazione esterna tinge la rupe tufacea della città che muore e fa sembrare il paese ancora più solo e sospeso nel vuoto di un paesaggio incantevole e irreale. I suoni e i profumi che accompagnano il tragitto del turista all’interno del Presepe Vivente sono studiati per stimolare i sensi del visitatore che improvvisamente si trova a passeggiare in un habitat e in un tempo fermi a qualche secolo fa. Le immagini del Presepe e la sapiente ricostruzione scenica di quel tempo, calati in una realtà incomparabile e irripetibile quale è quella di Civita di Bagnoregio, creano un’irrinunciabile occasione per vivere un evento straordinario e assolutamente unico nel suo genere.

TRANSFER NAVETTA PUBBLICA PER CIVITA DI BAGNOREGIO

3° GIORNO

VISITA GUIDATA DEL BORGO DI PITIGLIANO

Gli etruschi abitarono questi luoghi per la prima volta….. Visita guidata di Pitigliano, detta la piccola Gerusalemme poichè conserva tra le sue mura la sinagoga e il ghetto, dove nei secoli passati si rifugiarono gli ebrei cacciati dai Papi, è uno dei gioielli della Maremma toscana. la guida condurrà gli ospiti in visita del borgo e alla scoperta di gioielli artistici e architettonici come: La Fontana Medicea a cinque archi, l’acquedotto seicentesco che scavalca l’antico fossato con un maestoso arco in tufo, il Ghetto, La Sinagoga, la cattedrale e il palazzo Orsini.

PRANZO IN AGRITURISMO DEL LUOGO MENU’ 4 PORTATE BEVANDA INCLUSE

Menù:
Affettati misti nero maremma
Formaggi locali con marmellate
Verdure di stagione
Pici all’aglione
Cinghiale alla cacciatora con olive nere
Tronchetto al cioccolato con panna
Acqua, Vino
Caffè

VISITA GUIDATA DEI BORGHI DI SOVANA E FOTOSTOP A SORANO

Fotostop a Sorano: Il paese di Sorano é di origine medievale e si erge immerso nella natura della Maremma Toscana su un colle che domina il fiume Lente. Per secoli il paese è stato di proprietà di importanti famiglie nobiliari come gli Orsini, gli Aldobrandeschi e infine dei Medici che lo inglobarono nel Gran Ducato di Toscana. Suggestive le vie che si snodano tra le antiche costruzioni caratterizzate da antichi portoni in legno.
Visita guidata di Sovana. Il borgo é piccolo e perfettamente conservato. Come gli altri paesi limitrofi, la sua storia si caratterizza per le continue lotte per il controllo della cittadina da parte delle nobiliari famiglie del tempo. Sovana diede i natali a Ildebrando di Sovana, divenuto in seguito Papa Gregorio VII. La piazza del pretorio è il cuore del paese dove si affacciano gran parte degli edifici monumentali come il Palazzo dell’Archivio, il Palazzo Pretorio, la loggetta del Capitano e il Palazzo Bourbon del Monte.

4° GIORNO

VISITA GUIDATA DI VITERBO

Il centro storico della città, San Pellegrino, è il quartiere medievale più caratteristico e conservato d’Italia, un vero gioiello di contrada duecentesca. La visita proseguirà per i suggestivi vicoli fino ad arrivare al Palazzo dei Papi; eretto in stile gotico medievale e caratterizzato da una loggia a sette archi ogivali,  fu per un secolo residenza Pontificia.

PRANZO TIPICO VITERBESE
BRUSCHETTE DI BENVENUTO
2 ASSAGGI DI PRIMI
RISOTTO ALL’ORTICA E PASTA ALL’ AMATRICIANA
VITELLA ALL’ UCCELLETTO CON PATATE
DOLCE SEMIFREDDO ALL’ AMARETTO E CIOCCOLATO
CAFFE ACQUA E VINO

TOUR - Presepe Vivente Civita di Bagnoregio 05/01 - 08/01

TOUR

Visite guidate

PARTENZA DA BERGAMO

DATA

QUOTA A PERSONA IN CAMERA DOPPIA

GIORNI

05/01 – 08/01

€ 610

4 Giorni

Iscrizioni entro il 03/11.

La quota non comprende:

ticket ingresso CIVITA DI BAGNORAGIO  euro 5

ticket ingresso PARCO DEI MOSTRI-BOMARZO euro 11

Tassa di soggiorno

Mance e tutto ciò non espressamente indicato

Il viaggio si intende confermato al raggiungimento di 15 partecipanti

1° GIORNO

VISITA GUIDATA PARCO DEI MOSTRI DI BOMARZO

Immerso in una suggestiva cornice naturale è stato ideato dall’architetto Pirro Ligorio su commissione del Principe Pier Francesco Orsini, “sol per sfogare il core” distrutto per la morte della moglie Giulia Farnese. Il Parco è un capolavoro che dura nel tempo, caratterizzato da sculture scolpite in grossi blocchi di pietra risalenti al XVI secolo che la fantasia popolare ribattezzò come Parco dei Mostri.

SISTEMAZIONE E PERNOTTAMENTO IN HOTEL
CENA NEL RISTORANTE DELLA STRUTTURA
MENU’ 3 PORTATE – BEV INCL

2° GIORNO

VISITA GUIDATA DI BOLSENA

Bolsena, un caratteristico paese che si affaccia sul lago, le cui origini risalgono al III sec. a.C.
Posta sul pendio della cinta craterica dei Monti Volsini, Bolsena è posizionata lungo la sponda nord-orientale del lago omonimo, che rappresenta il lago di origine vulcanica più grande d’Europa, a 350 metri sul livello del mare. Visita guidata alla scoperta di questo borgo medievale in cui è possibile ammirare i centri abitati ricchi di storia e tradizioni.

PRANZO LIBERO

VISITA GUIDATA AL PRESEPE VIVENTE CIVITA DI BAGNOREGIO

Al termine del pranzo spostamento per la visita di Civita di Bagnoregio
Visita guidata di questo suggestivo borgo che  per secoli è stato chiamato dai poeti “La città che muore” per via dei lenti franamenti delle pareti di tufo del “cucuzzolo” sul quale poggia. La cittadina, oggi immersa nella favolosa cornice dei calanchi, custodisce gelosamente, come uno scrigno, culture, tradizioni secolari e magici scorci di un antico panorama.
Teatro di accadimenti religiosi, si racconta che San Francesco d?Assisi guarì con un miracolo il piccolo Giovanni Fidanza (S. Bonaventura) all?interno di una grotta, da cui successivamente prese il suo nome.

NEL POMERIGGIO, NEL CUORE DEL BORGO, IL PRESEPE VIVENTE

L’antico borgo offre un’ambientazione unica che riproduce un paesaggio non comune dove le lancette del tempo sembrano essersi fermate: un ponte percorribile solo a piedi è l’unica via d’accesso, né macchine né moto possono arrivare al paese e soltanto fino a qualche anno fa ogni sorta di materiale veniva trasportato a dorso di mulo. L’atmosfera che si respira è del tutto simile a quella che San Francesco, circa otto secoli fa, ha voluto riprodurre per la prima volta e che ancora oggi rappresenta la tradizione delle famiglie cristiane di tutto il mondo: il Natale con il suo Presepe. Un gruppo di commercianti di spezie e stoffe introduce i visitatori in un ambiente simile ad un souk medio-orientale, il censore, all’interno di un insediamento militare di soldati romani a piedi e a cavallo registra la popolazione dell’epoca, pastori con greggi di pecore, falegnami, funari, fabbri, fornai, tessitrici e scalpellini formano il particolarissimo arredo di un paese che trasporta idealmente i visitatori in quel villaggio che oltre 2000 anni fa diede i natali a Gesù Bambino e che porta ancora oggi il nome di Betlemme. Nella piazza centrale di Civita si trovano i tradizionali personaggi del Presepe tutti raccolti intorno alla capanna dove hanno trovato posto la Sacra Famiglia il bue e l’asinello, poco lontano ci sono i Re Magi con loro i preziosi carichi d’oro, argento e mirra da portare al cospetto del Figlio di Dio. L’alternarsi di fuochi e fiaccole rende ogni scena particolarmente suggestiva esaltando colori, materiali, costumi e oggetti di un mondo fatto di luci e di ombre che non siamo più abituati a vedere e che possiamo ritrovare negli stupendi scorci del vecchio borgo di Civita. Una sorprendente illuminazione esterna tinge la rupe tufacea della città che muore e fa sembrare il paese ancora più solo e sospeso nel vuoto di un paesaggio incantevole e irreale. I suoni e i profumi che accompagnano il tragitto del turista all’interno del Presepe Vivente sono studiati per stimolare i sensi del visitatore che improvvisamente si trova a passeggiare in un habitat e in un tempo fermi a qualche secolo fa. Le immagini del Presepe e la sapiente ricostruzione scenica di quel tempo, calati in una realtà incomparabile e irripetibile quale è quella di Civita di Bagnoregio, creano un’irrinunciabile occasione per vivere un evento straordinario e assolutamente unico nel suo genere.

TRANSFER NAVETTA PUBBLICA PER CIVITA DI BAGNOREGIO

3° GIORNO

VISITA GUIDATA DEL BORGO DI PITIGLIANO

Gli etruschi abitarono questi luoghi per la prima volta….. Visita guidata di Pitigliano, detta la piccola Gerusalemme poichè conserva tra le sue mura la sinagoga e il ghetto, dove nei secoli passati si rifugiarono gli ebrei cacciati dai Papi, è uno dei gioielli della Maremma toscana. la guida condurrà gli ospiti in visita del borgo e alla scoperta di gioielli artistici e architettonici come: La Fontana Medicea a cinque archi, l’acquedotto seicentesco che scavalca l’antico fossato con un maestoso arco in tufo, il Ghetto, La Sinagoga, la cattedrale e il palazzo Orsini.

PRANZO IN AGRITURISMO DEL LUOGO MENU’ 4 PORTATE BEVANDA INCLUSE

Menù:
Affettati misti nero maremma
Formaggi locali con marmellate
Verdure di stagione
Pici all’aglione
Cinghiale alla cacciatora con olive nere
Tronchetto al cioccolato con panna
Acqua, Vino
Caffè

VISITA GUIDATA DEI BORGHI DI SOVANA E FOTOSTOP A SORANO

Fotostop a Sorano: Il paese di Sorano é di origine medievale e si erge immerso nella natura della Maremma Toscana su un colle che domina il fiume Lente. Per secoli il paese è stato di proprietà di importanti famiglie nobiliari come gli Orsini, gli Aldobrandeschi e infine dei Medici che lo inglobarono nel Gran Ducato di Toscana. Suggestive le vie che si snodano tra le antiche costruzioni caratterizzate da antichi portoni in legno.
Visita guidata di Sovana. Il borgo é piccolo e perfettamente conservato. Come gli altri paesi limitrofi, la sua storia si caratterizza per le continue lotte per il controllo della cittadina da parte delle nobiliari famiglie del tempo. Sovana diede i natali a Ildebrando di Sovana, divenuto in seguito Papa Gregorio VII. La piazza del pretorio è il cuore del paese dove si affacciano gran parte degli edifici monumentali come il Palazzo dell’Archivio, il Palazzo Pretorio, la loggetta del Capitano e il Palazzo Bourbon del Monte.

4° GIORNO

VISITA GUIDATA DI VITERBO

Il centro storico della città, San Pellegrino, è il quartiere medievale più caratteristico e conservato d’Italia, un vero gioiello di contrada duecentesca. La visita proseguirà per i suggestivi vicoli fino ad arrivare al Palazzo dei Papi; eretto in stile gotico medievale e caratterizzato da una loggia a sette archi ogivali,  fu per un secolo residenza Pontificia.

PRANZO TIPICO VITERBESE
BRUSCHETTE DI BENVENUTO
2 ASSAGGI DI PRIMI
RISOTTO ALL’ORTICA E PASTA ALL’ AMATRICIANA
VITELLA ALL’ UCCELLETTO CON PATATE
DOLCE SEMIFREDDO ALL’ AMARETTO E CIOCCOLATO
CAFFE ACQUA E VINO

Shopping Cart
Compila dettagliatamente ogni campo per richiedere un preventivo su misura.
Compila dettagliatamente ogni campo per richiedere un preventivo su misura.